Categorie

Conserva Consulente

Speciali

Come utilizzo l'assorbitore chimico di ossigeno?

fgNella pagina "Cosa determina la durata degli alimenti di base?", abbiamo spiegato come, grazie agli assorbitori chimici di ossigeno, è possibile creare un ambiente privo di ossigeno e quindi conservare gli alimenti massimizzando la durata di conservazione.

In questa pagina, vediamo come utilizzare gli assorbitori chimici di ossigeno.

-

"Quanti assorbitori chimici di ossigeno mi servono?"

Per rispondere a questa domanda, osserviamo ed analizziamo quanto segue:

L'aria è composta da circa il 78% di azoto, il 21% di ossigeno e l'1% di altri gas.
Gli assorbitori chimici di ossigeno hanno diverse dimensioni e diverse capacità (un assorbitore chimico da 500cc ha una capacità di assorbimento minima di 500cc, pari quindi a 500ml di ossigeno).

Luft_ringdiagramm_IT.jpg

clip_image005.gif

Un contenitore vuoto (privo cioè di aria) con una capacità di 500ml, presenta una percentuale di ossigeno pari al 21% circa, quindi a 100ml di ossigeno. Se vogliamo eliminare tutto l'ossigeno, abbiamo bisogno di un assorbitore chimico da 100cc o di due da 50cc.

Luft_plus_cc_IT.jpg

Normalmente è sufficiente un assorbitore chimico da 500cc o uno poco più grande. Se scegliamo quello più grande, non ci saranno problemi per la conservazione dei cibi, ma ci sarà soltanto un po' di spreco. La reale capacità dell'assorbitore chimico in genere supera quella indicata. Sono quindi sufficienti 100cc, anche se la percentuale di ossigeno dell'aria è superiore al 20%. Se il tempo di elaborazione dell'assorbitore è superiore a quello atteso, per sicurezza conviene utilizzare un altro assorbitore chimico, piuttosto che restare nel dubbio. Infatti, è più importante catturare tutto l'ossigeno piuttosto che risparmiare per un paio di assorbitori chimici!

dfg

"Bene, ma come faccio a capire quanta aria c'è in un contenitore di grano, per esempio?"

Poiché non si deve togliere l'ossigeno da un contenitore vuoto, ma da uno che contiene alimenti di base, è importante sapere quanta aria c'è ancora in un contenitore pieno di grano (ad esempio).

Per poterlo determinare, basta prendere un piccolo contenitore con una capacità nota (ad esempio una coppa da 250ml), riempirla tutta con del grano e versarci dell'acqua fino all'orlo. Dopodiché, basta versare (magari con l'aiuto di un colino) l'acqua in un recipiente graduato in modo che si possa leggere quanta acqua può contenere la coppa da 250ml riempita con il grano. A conti fatti, sono circa 90-100ml, ovvero circa il 37,5%. Si deduce che l'aria occupa lo stesso spazio dell'acqua. È possibile quindi che l'aria contenuta in un contenitore riempito con grano sia pari al 37,5% del suo volume!

Wasser_im_Glas_IT.jpg

Se si riempie con del grano un contenitore da 30L fino all'orlo, è necessario togliere una percentuale d'aria pari a: 30L x 37,5% = 11,25L, quindi 11,25L x 21% = 2,36L di ossigeno. Sarebbe allora corretto se si utilizzassero cinque assorbitori chimici da 500cc o uno da 2500cc.

Per esemplificare si può calcolare anche una percentuale del 40% d'aria e del 20% di ossigeno.

Ripetendo il suddetto esempio con altri tipi di cerali, fagioli o riso, si otterrà un valore superiore o inferiore al 37,5%.

Attenzione: In caso di pasta, soprattutto pasta corta o simile, la percentuale d'aria sarà ovviamente maggiore! In questo caso, bisogna misurarla di nuovo sulla base di quanto descritto sopra. Nel caso di indumenti, ci si dovrà basare sulla capacità del contenitore per determinare la percentuale d'aria.

dg

"Come faccio a sapere quanta capacità (in litri) contiene un sacchetto di alluminio laminato?"

beutel_in_eimer.jpg

A tale scopo, bisogna posizionare il sacchetto in un secchio o in un fusto con una capacità nota. Possiamo quindi riempire il sacchetto fino a raggiungere l'orlo del secchio/fusto in modo tale che la capacità del secchio (o del fusto) possa essere assunta come base. Successivamente, prima della chiusura del sacchetto, possiamo togliere la parte restante di aria. A tal proposito, invitiamo a vedere le foto nella sezione "Applicazione dei sacchetti di alluminio laminato".





dfg

"Quanto rapidamente devo sistemare l'assorbitore chimico, prima che esaurisca la sua azione?"

Gli assorbitori chimici di ossigeno sono imballati sotto vuoto in diversi pezzi, in base alle loro capacità. Non appena si apre, l'assorbitore chimico inizia la sua azione. Poiché l'assorbitore chimico di ossigeno è dotato di un tampone, passa un determinato lasso di tempo prima che esaurisca la sua capacità.

Ci sono diverse opinioni relative al lasso di tempo a disposizione. Generalmente, si può osservare che l'assorbitore chimico agisce entro poche ore (vedere le foto su "Applicazione dei sacchetti di alluminio laminato"). Per questo motivo, possiamo dire che il tempo medio in cui l'assorbitore chimico agisce è di circa 20-30 minuti. In questo lasso di tempo si deve quindi predisporre tutto in modo tale che i sacchetti di alluminio laminato siano sigillati con la corrispondente quantità di assorbitori chimici. Tutto sarà più rapido se si lavora in due: mentre uno inserisce un assorbitore chimico in un sacchetto, l’altro può togliere l’aria rimanente ed iniziare a sigillare.

graphic_temp_storage_absorber.jpgSe serve più tempo (ad esempio in caso di tanti piccoli sacchetti di alluminio laminato con rispettivi assorbitori chimici, 100 o 200 pezzi, o se si lavora da soli), si dovranno preparare solo alcuni assorbitori chimici alla volta, mentre la restante parte dovrà essere conservata in un vaso ermetico (ad esempio: un vaso per conserve con una guarnizione in gomma e la chiusura a pressione). Per un breve lasso di tempo (ore, non giorni!) l'assorbitore chimico potrà essere considerato al sicuro. Nel dubbio, consigliamo di utilizzare il doppio degli assorbitori chimici per ogni sacchetto.

In linea di principio, si deve far attenzione affinché gli assorbitori chimici stiano il meno possibile a contatto con l'aria, una volta aperti.

clip_image003.gif

"Perchè gli assorbitori chimici di ossigeno non possono essere messi in un sacchetto di alluminio laminato?"

La risposta è la seguente: poiché i sacchetti di alluminio laminato non sono trasparenti, non sono in grado di mostrare il cambiamento di colore dell'assorbitore chimico di ossigeno, non indicando quindi se c'è ancora ossigeno da assorbire oppure no.

clip_image003.gif

"Quindi il pacco sotto vuoto degli assorbitori chimici non è adatto per la conservazione a lungo termine?"

Esatto. Oltre un certo lasso di tempo, il pacco, a causa dell'assenza di una barriera che impedisca l'ingresso dell'aria, farebbe entrare l'ossigeno. Per tale motivo, gli assorbitori chimici si potrebbero deteriorare. Secondo il nostro fornitore, tuttavia, se l'assorbitore chimico viene utilizzato come sacchetto entro l'anno, non ci dovrebbero essere problemi. Se si desidera utilizzare l'assorbitore chimico per un periodo di tempo più lungo, è necessario controllare che gli assorbitori chimici siano ancora attivi, leggendo l'apposito indicatore (vedere la domanda successiva). Gli assorbitori chimici in sé non sono però idonei a conservare i cibi per diversi anni, né possono essere riutilizzati.

La confezione priva di ossigeno dell'assorbitore chimico può essere nuovamente sigillata in un sacchetto di alluminio laminato. Ciò dovrebbe allungarne la durata. Tuttavia, questo non possiamo garantirlo.

clip_image003.gif

"Come faccio a capire se gli assorbitori chimici sono ancora attivi o se hanno perso la loro efficacia?"

A contatto con l'ossigeno, l'indicatore inserito all'interno da rosa/fucsia diventa lilla/blu. Se questo indicatore è ancora rosa/fucsia, gli assorbitori chimici sono ancora attivi.

clip_image003.gif

"Posso utilizzare più assorbitori chimici rispetto a quelli indicati?"

Certo. In caso di dubbio, è meglio utilizzare più assorbitori chimici di ossigeno anziché di meno. Utilizzare più assorbitori chimici rispetto al necessario, non ha nessuna controindicazione.

clip_image003.gif

"Gli assorbitori chimici di ossigeno sono idonei al contatto con gli alimenti?"

Sì. Nessun problema. Infatti sono utilizzati soprattutto nell'industria alimentare. All'esterno, sono rivestiti da uno strato in PE e non contengono nessuna sostanza nociva. Possono sviluppare solo un po' di calore a causa della reazione chimica e di conseguenza emanare una piccola quantità di vapore. La componente principale dell'assorbitore chimico di ossigeno è la polvere di ferro, la quale reagisce con l'ossigeno isolandolo.


/* BING */